confindustria.it


Settembre-Ottobre 2004
Home page

Chi siamo
- La Storia / Historyversione inglese
- Mission / versione inglese
- Organi e Comitato Scientifico / versione inglese
- Rejection Rates
Contatti / Contact

News
La Rivista di Politica Economica  celebra CAIUS
Presentazione ''Scritti in onore di Manlio Resta''


- CALL FOR PAPERS
Women in company ownership, governance,
and management leadership positions.
From doing to being



Eventi / Events
Lezione 'Angelo Costa'/ 'Angelo Costa' Lecture


XI Lezione A.Costa
'Crisis and Reform: Managing Systemic Risk'
Ricardo Caballero -- Roma, 23 Marzo 2010


Premio per Tesi di Laurea in Economia
'Angelo Costa'


- Vincitori Premio Angelo Costa 2008
- Profilo Vincitori 2008
- 2008 A. Costa Prize Winners 
- Bando di Concorso 2013 (XV Edizione) versione italiana
- Angelo Costa Economics Undergraduate
Theses Award, 2010 
english version


Autori
- Sottomissione Saggi
- Status Valutazione dei Referees
- Saggi in corso di pubblicazione 2008/2009
- Norme editoriali per gli autori versione italiana
- Instructions to Authors english version
Referees
- I nostri Referee / Our referees versione inglese
Volumi pubblicati

- [2000] - [2001] - [2002] - [2003]
- [2004] - [2005]- [2006] - [2007]
- [2008] - [gen-mar 09] - [apr-giu 09]
- [Indici annuali / Annual Indexes]
Abbonamenti / Subscriptions versione inglese
- Promozione 2010

Links
- www.confindustria.it

Controllo familiare, struttura finanziaria
e crescita delle imprese

Alessandro Fabbrini - Giacinto Micucci*

Banca d'Italia, Ancona


Il modello dell'impresa a controllo familiare origina opinioni contrastanti: è un punto di forza perché fiducia e altruismo tra i membri della famiglia/azienda attenuano il classico problema di agenzia; frappone però un limite allo sviluppo, ostacolando l'acquisizione di risorse finanziarie e nuove capacità gestionali.
Un'Indagine della Banca d'Italia su 200 imprese marchigiane ha consentito di valutare l'influenza del controllo familiare su performance, struttura finanziaria e crescita. Non si sono trovate significative differenze di profittabilità tra imprese familiari e non. L'obiettivo del mantenimento familiare del controllo influenza, invece, le scelte finanziarie dell'azienda, limitandone l'indebitamento e ostacolando l'espansione in presenza di opportunità di crescita.

Opinions in economic theory about the role of family firms are divergent. Trust among family members may mitigate agency pro-blems within the firm, but limit its growth due to the lack of both financial and managerial resources.
In order to identify the existence of differences between family and other privately owned industrial firms, we rely on a survey car-ried out in 2002 by the Bank of Italy. No differences in profitabi-lity are detected. However, family firms show a lesser leverage and a slower growth. As their owners are concerned with maintaining control, they are forced to give up some investment opportunities.
[JEL Code: D1, G32, L21, M13]


 

download the paper scarica il paper



*alessandro.fabbrini@bancaditalia.it ; giacinto.micucci@bancaditalia.it
Le opinioni espresse sono attribuibili agli autori e non impegnano l'Istituzione di appartenenza. Gli autori desiderano ringraziare per gli utili suggerimenti due anonimi referee della Rivista e i partecipanti al Seminario di Analisi economica territoriale tenutosi presso il Servizio Studi della Banca d'Italia nel giugno 2003, in particolare Francesca Lotti.

  design:faronet     
Tutti i diritti relativi agli scritti contenuti sul sito sono protetti a norma di legge.