Dalla sinergia tra Confindustria e la Rivista di Politica Economica nasce il progetto
Storia e Mission
La Rivista di Politica Economica (RPE), fondata nel 1911 con il nome “Rivista delle Società Commerciali”con l’obiettivo di fornire un quadro approfondito e completo di informazioni finanziarie, tecniche, giuridiche e legislative agli amministratori d’azienda, ed utile strumento per i membri della “Associazione fra le Società italiane per Azioni”, assunse l’attuale denominazione nel 1921 per rispecchiare meglio l’obiettivo prefissato di raccogliere studi e dati analitici dei principali fenomeni e parametri del sistema economico.

E' una delle più antiche e prestigiose pubblicazioni economiche italiane, strumento privilegiato di informazione e riflessione sui temi di maggiore attualità economica cui è conferito dal 1993 il Riconoscimento all’Elevato Valore Culturale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Trimestrale dal 2009, la RPE ha iniziato il nuovo ‘secolo’ con una veste grafica rinnovata, mantenendo contenuti scientifici di alto livello ed aprendo sempre più a studi di giovani ricercatori. Accoglie analisi e ricerche di studiosi appartenenti alle varie scuole di pensiero su temi di particolare attualità ed interesse economico e si articola in quattro volumi annui di cui due ordinari e due monografici.

I due numeri ‘ordinari’ accolgono testi in italiano ed inglese, suddivisi nelle seguenti sezioni:
  • Saggi Scientifici: includono articoli in italiano o inglese che hanno superato il vaglio di anonimi referee esperti della materia in un iter di valutazione double-blind finalizzato a garantire il principio di trasparenza ed equità di giudizio;
  • Invited Papers: comprendono contributi scientifici commissionati a giovani studiosi italiani affermati che possano relazionarci sul loro campo di ricerca;
  • Invited Policy Papers: prevedono contributi dai contenuti teorici e di policy, scritti da economisti di chiara fama e dal 2014, con l'avvio del Progetto “RPE Territoria”, nato dalla sinergia della Rivista con Confindustria, ospitano studi di politica economica ed industriale volti a promuovere l’indagine analitica e settoriale delle criticità dei comparti produttivi italiani, redatti da ricercatori ed esperti del territorio.
  • Parole Chiave: accolgono approfondimenti di taglio divulgativo incentrati su tematiche di attualità economica e di rilevanza sociale di interesse dell'opinione pubblica, elaborati in un linguaggio comprensibile ad un ampio pubblico;
  • Rassegne Bibliografiche: divulgano analisi di volumi che il Comitato Scientifico della Rivista ritiene interessanti per il dibattito economico nel nostro paese, redatte a cura di studiosi affermati nelle materie oggetto di recensione.


I due volumi ‘monografici’ sono così suddivisi:
  • un monografico in lingua inglese che ospita saggi inediti su un tema di interesse definito, approvato dal Comitato Scientifico e commissionato dal Direttore Responsabile ad uno o più curatori e successivamente distribuito sul mercato internazionale dalla casa editrice Palgrave-Macmillan nella collana Central Issues in Contemporary Economic Theory and Policy.
  • un monografico in lingua italiana, dedicato al progetto “RPE Territoria” promosso da Confindustria e finalizzato alla valorizzazione delle imprese italiane, al rafforzamento della loro capacità di competere, innovare, creare occupazione e fare industria attraverso l’analisi ed il monitoraggio dei territori produttivi e delle rispettive potenzialità, caratteristiche e criticità, in un’ottica di confronto regionale, europeo e internazionale;


La Rivista di Politica Economica incoraggia l'invio di saggi inediti in tutti i filoni delle scienze economiche, con particolare riguardo ad opere con evidenti risvolti di politica economica, analisi economica, strategia d'azienda, storia economica e analisi del pensiero economico, nonchè di contributi empirici che mirano a dirimere questioni di evidente rilievo economico, incluse rassegne originali su temi sviluppati dalla letteratura economica con particolare attenzione ad 'estratti' da tesi di dottorato o contributi di giovani ricercatori nel campo dell'economia.

Come 100 anni fa, la Rivista di Politica Economica nutre ancora "la fondata speranza di rendere un servigio utile all'educazione civile del nostro paese" grazie alla pubblicazione di scritti economici di valore e rilievo.

I contenuti pubblicati sulla Rivista di Politica Economica sono protetti a norma di legge e ne è vietata la riproduzione in qualsiasi lingua o forma salvo espressa autorizzazione della Direzione del periodico.

Gli articoli – inediti – pubblicati nella Rivista sono citati in:
RePEc, Econlit, e-JEL, JEL on CD e nella IBSS (International Bibliography of the Social Sciences).